Nei periodi invernali, specialmente nelle città e nei paesi nordici, sono molto comuni i casi di ritardo o volo cancellato per avverse condizioni meteo. Temporali, vento forte e bufere di neve sono, infatti, tra le cause più frequenti di cancellazione dei voli e di lunghi ritardi che procurano enormi problemi e stravolgimenti al traffico aereo.

Rimborso biglietto aereo per maltempo: come funziona

Ma quali sono i diritti del passeggero in caso di avverse condizioni meteo? È possibile ottenere il rimborso del biglietto per volo cancellato causa neve? In caso di ritardo prolungato per maltempo è previsto anche un indennizzo?

Queste sono le domande dei nostri clienti che si rivolgono a noi per ottenere rimborsi e/o risarcimenti a seguito dei disagi aerei causati dal maltempo.

C’è subito da fare chiarezza su un punto fondamentale: le Compagnie aeree non hanno l’obbligo di versare la compensazione pecuniaria (prevista dal Regolamento CE n.261/2004) ai passeggeri il cui volo è stato cancellato o ha subito un forte ritardo a causa della avverse condizioni meteo, in quanto piogge torrenziali, forte vento e bufere di neve sono da considerarsi circostanze eccezionali e imprevedibili che, di fatto, impongono alla Compagnia aerea di ritardare o cancellare il volo al fine di tutelare la sicurezza dei passeggeri e dell’equipaggio.

Rimborso per volo cancellato o in ritardo causa neve, pioggia o forte vento

Indipendentemente, però, dal fatto che le Compagnie aeree siano responsabili o meno di tali disagi i passeggeri hanno comunque i seguenti diritti:

  • rimborso del prezzo del biglietto se il passeggero rinuncia a partire, in caso di volo cancellato, di ritardo di almeno 5 ore o se il volo in questione è divenuto inutile rispetto al programma di viaggio iniziale del passeggero, ovvero;
  • ri-protezione su un altro volo (in caso di cancellazione) non appena possibile o ad una data successiva di suo gradimento, a seconda delle disponibilità di posti;
  • trasferimento a titolo gratuito presso l’aeroporto di destinazione del passeggero nel caso di imbarco su un volo di ri-protezione con destinazione diversa da quella inizialmente prenotata;

Inoltre, a seconda delle ore di ritardo o di attesa fino all’imbarco sul volo di ri-protezione, i passeggeri hanno diritto a titolo gratuito:

  • a pasti e bevande in congrua relazione alla durata dell'attesa;
  • alla sistemazione in albergo;
  • al trasporto tra l'aeroporto e il luogo di sistemazione (albergo o altro);
  • ad effettuare due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.

Quando poter chiedere l'indennizzo pecuniario per volo cancellato o volo in ritardo

Come scritto nei paragrafi precedenti le Compagnie aeree non hanno l’obbligo di versare la compensazione pecuniaria (prevista dal Regolamento CE n.261/2004) ai passeggeri il cui volo è stato cancellato o volo in ritardo a causa di avverse condizioni meteo in quanto condizioni imprevedibili. Il risarcimento per volo cancellato, volo in ritardo e overbooking è però facilmente ottenibile grazie ai nostri servizi per altre circostanze regolamentate dal Regolamento CE n.261/2004. 

Verifica qui come ottenere il tuo indennizzo per volo in ritardo, cancellato e overbooking!

Tag:

Lascia un Commento