Volo cancellato? Gli episodi più curiosi capitati a bordo

Volare è molto bello, ma a volte capitano episodi che possono guastare il nostro viaggio. Spesso i nostri disagi quando viaggiamo sono provocati dalla cancellazione di un volo o dal mancato decollo dello stesso: nella maggior parte dei casi si tratta di problemi tecnici, scioperi o maltempo. Altre volte invece il tuo aereo potrebbe non decollare per motivi molto curiosi, più rari ma sicuramente molto originali, che talvolta fanno sorridere. Andiamo quindi a vedere la classifica dei motivi più buffi per i quali diversi aerei in passato non sono decollati.

 

1) Volo cancellato perché l'equipaggio è ubriaco.

1) Volo cancellato perché l'equipaggio è ubriaco. La notizia è di settembre del 2015: un aereo della Air Baltic diretto a Creta in partenza da Oslo non è potuto decollare perché tutti i membri dell'equipaggio sono risultati ubriachi. Il controllo è avvenuto perché il gruppo era stato visto come particolarmente allegro e quindi c'è stata una segnalazione alle autorità competenti. Per fortuna se ne sono accorti! Non è l'unico caso di alcool tra i piloti. Ad agosto 2016 un volo della Srilakan Airlines, da Francoforte a Colombo con più di 270 passeggeri stava per decollare, ma è stato annullato perché il pilota della compagnia era completamente ubriaco. La sua incapacità a volare è stata rilevata durante un controllo di routine, finendo automaticamente a rischio licenziamento. In entrambi i casi si può dire che i passeggeri siano stati decisamente fortunati!

2) Volo in ritardo perché c'è un topo a bordo

Immagina la scena, con gente che si arrampica sui sedili e altre che urlano come se stessero per ucciderle: a scatenare il delirio è stato un semplice topolino. Un animaletto che si è nascosto talmente bene che è toccato fare scendere tutti i passeggeri per poter effettuare al meglio la ricerca, e trasferirli tutti su un altro aeromobile. Il singolare episodio è capitato su un volo della compagnia Air India nel 2009 che stava per decollare da Amristar diretto a Londra, ma non è la prima volta che questa compagnia sia responsabile di ritardi aerei per colpa di animaletti come topi, scarafaggi e serpenti.

3) L'aereo rientra in aeroporto per allarme vermi a bordo

È successo negli Stati Uniti nel 2010: un aereo della US Airways è stato costretto a rientrare in aeroporto, ad Atlanta, perché un passeggero aveva con sé, nel bagaglio a mano, della carne andata a male. Dopo il decollo alcune larve di insetti sono cadute in testa ai passeggeri, in un mix tra incredulità e sgomento. Si è quindi deciso di atterrare appena possibile per disinfestare e pulire l'aeromobile.

4) L'aereo non decolla perché i passeggeri sono troppo grassi

"Siete troppo grassi, l'aereo non riesce a decollare, dovete spostarvi". È successo davvero nel 2005 a Londra. Immaginate l'imbarazzo del personale di bordo nel dover dire alla coppia "sovrappeso" queste parole. Ad uno steward è toccato l'ingrato compito: chiedere, cortesemente, di spostarsi in un altro punto dell'aereo per distribuire meglio il peso, facendo presente che probabilmente neanche un aereo più grande sarebbe riuscito a decollare con loro a bordo. I due coniugi, inizialmente bloccati dalla vergogna e dall'imbarazzo, si sono poi spostati. Dopo l'episodio sembra abbiano deciso di mettersi a dieta.

5) Ritardo aereo perché c'è un coccodrillo (di peluche) a bordo

Una vicenda tutta Italiana. A Bergamo, non si sa come, un passeggero è riuscito a fare salire un peluche. Non un peluche qualunque, bensì uno a forma di coccodrillo enorme, tanto grande da tenere 3 sedili. Ci si chiede come abbia passato il severo check per il bagaglio a mano effettuato dagli operatori Ryanair. Una volta saliti sull'aereo, hostess e pilota hanno detto alla proprietaria del "mostro" che non si poteva decollare con un pupazzo così grande tra i sedili. Si è scatenato il finimondo con tanto di intervento della polizia, poi a calmare le acque ci ha pensato una suora: la soluzione è stata quella di fare scendere passeggera e coccodrillo, facendo finalmente decollare l'aereo.

6) L'aereo non decolla perché a bordo c'è la tarantola gigante

Quale animaletto peloso non vorresti mai trovarti addosso? Sicuramente una tarantola gigante può rientrare tra questi. Immagina se ti dicessero che ce n'è una a bordo. Un volo della Delta Airlines da Baltimora per Atlanta ha riservato questa sorpresina ai suoi passeggeri: pare che la tarantola fosse in stiva, ma per sicurezza l'aereo non è stato fatto partire e tutti sono stati spostati su un altro aeromobile. Il ragno è stato ritrovato e catturato, per fortuna!

 

Fortunatamente non sempre capitano casi come questi, però in tutte le altre circostanze di voli cancellati o ritardi aerei, puoi trovare sul nostro sito tutte le indicazioni utili per ottenere il tuo rimborso per volo cancellato. Buon viaggio!

 

Tag:

Lascia un Commento